14-07-2010 ore 15.13 – sala stampa – Maxiemendamento

14 luglio 2010

Mentre il Presidente Napolitano chiede al governo di temperare i tagli alle Università e ai “giovani di avere fiducia”, giunge come ciliegina sulla torta il testo del maxiemendamento alla mavovra. Sul sito del Sole 24 Ore

peraltro, in una giornata di iniziative di lotta praticamente ovunque in Italia, il link ai lavori del senato –  http://www.senato.it/lavori/21415/38479/genpagina.htm – mostra come giovedì 22 sia stata calendarizzata in aula la discussione in aula del DDL 1905. Entro martedì devono essere presentati eventuali emendamenti.

A voi il testo, buona lettura…. e abbiate fiducia (che tanto non ci resta altro…

Annunci

Della Crui, di Tremonti e altre drammatiche storie…

11 luglio 2010

Il notiziario della domenica! Prima di una settimana forse decisiva per le nostre sorti e quelle dell’Università pubblica. Intanto il dato dei tagli, aspettiamo di capire se sono confermate le voci che circolano ossia che anche le misure a termine di sostegno del finanziamento sono destinate a non essere rinnovate; ci riferiamo ai 550 milioni di euro/anno stanziati dal Governo Prodi per il triennio 2008-2010; e ai 400 milioni ricavati dallo scudo fiscale per il 2010. Se entrambe queste misure non verranno confermate e prorogate, il taglio del finanziamento 2011 rispetto al 2010 non sarà solo quello, pur consistente, previsto dalla L.133 (oltre 300 milioni in meno nel FFO), ma ammonterà all’incirca ad un miliardo e cento milioni di euro. Se a questo aggiungiamo la possibile non proroga della norma che permette agli atenei di computare solo in maniera parziale il personale medico dei policlinici nel calcolo del rapporto tra FFO e spese per personale (il famigerato 90%) appare evidente che l’anno prossimo il sistema collassa. Nel frattempo, in relazione a quanto segnalato dagli amici e colleghi di Apri, la V commissione del Senato ha approvato il seguente emendamento che posticipa di 3 anni l’età pensionabile, per fortuna solo nelle università private. Una velina del sole 24 Ore aveva lasciato intendere che l’emendamento valeva per tutte le università italiane. Sarebbe stato il colpo di grazia….

Leggi il seguito di questo post »


a 180′ dalla fine…

8 maggio 2010

A 180’ dalla fine del campionato, è giunto il momento di fare il punto della situazione. Se l’inter si avvia a vincere lo scudetto – e ci dispiace per il pupone che è quanto di meglio la pubblicità televisiva abbia prodotto negli ultimi anni – il sistema italiano dell’Univeristà è ormai stabilmente in zona retrocessione.

Prosegue, infatti, il lavoro in commissione Senato con l’approvazione o il rigetto degli emendamenti al Disegno di Legge Gelmini. Sul sito del CNU è possibile scaricare una versione del ddl “emendata”   sulla base del lavoro in commissione (anche se conviene far riferimento al link del Senato per gli aggiornamenti ufficiali). Siamo giunti all’art. 8. con la seduta del 5 maggio. Per fare una valutazione del lavoro fin qui fatto ci vorrebbe più tempo, ci sono limature sulla questione della governance – forse l’intervento più significativo è la modifica di quanto previsto per i membri esterni designati che deve essere “non inferiore a 3” (oppure 2 per gli Atenei più piccoli). Ci sono poi modifiche sostanziali allo stato giuridico. Insomma, avremo modo di commentare e analizzare più approfonditamente. Certamente l’impianto complessivo del ddl non ne viene modificato sostanzialmente.

La seconda questione è quella dei finanziamenti. Ancora, ad oggi, nessuna certezza sul FFO di quest’anno. Gli Atenei hanno approvato i propri bilanci di previsione senza alcun dato ufficiale relativo agli stanziamenti ministeriali di quest’anno. E avete forse letto della interrogazione parlamentare a firma Ghizzoni sul finanziamento al sistema Università per il prossimo anno: al deputato del Pd che segnala preoccupato una riduzione di oltre due punti e mezzo al FFO, l’onorevole Vito risponde che no, i tagli sono stati ridotti, e che la riduzione rispetto al 2009 è pari al 3,72 %. I segnali di sofferenza negli Atenei crescono, basti vedere quanto avviene a Pisa e Siena, la gestione provvisoria di bilancio di Atenei come La Sapienza e Federico II, il nuovo Prin.

Leggi il seguito di questo post »


La Flc Cgil, il Ddl “Gelmonti”, le donne e la ricerca

21 aprile 2010

Anna Villari intervista Marco Broccati e Joelle Casa della segreteria nazionale FLC CGIL. “DDL Gelmini sull’università” e “Donne e lavoro” i temi di riflessione.

Nel video che segue Ermanno Detti intervista alcuni rappresentanti del mondo della ricerca delegati al 2° Congresso Nazionale FLC CGIL


Dall’associazione 20 Maggio una riscrittura in senso progressista del titolo III del ddl Gelmini

17 aprile 2010

L’Associazione Venti Maggio

Ha presentato un documento centrato sull’istituzione nell’Università Italiana di un ruolo unico di docenza, articolato in tre fasce. Credo che sia un’idea da prendere in considerazione sopratutto perché è un concreto tentativo per iniziare un percorso di superamento dell’organizzazione verticistica di cui soffre da …centinaia di anni l’Accademia e non solo nel nostro paese. Alcuni penseranno non cambi nulla nella sostanza…invece dal punto di vista politico iniziare a pensare che il ruolo della docenza non è differenziabile in netti gradi da scalare con concorsi ex-novo come l’attuale legge impone, apre all’idea che una organizzazione orizzontale della università è non solo possibile ma funzionale alla ricerca scientifica. Tale scrittura così concerta gli interessi degli strutturati con quelli dei non strutturati  – senza operazioni di macelleria sociale nei confronti dei precari  di lungo corso- per queste ragioni  è una proposta da discutere.

Scarica al link

proposta_sul _ruolo _unico-1


I GattoPardi dell’IDV e i loro emendamenti

16 marzo 2010

Pacchi, pacchetti e pacconi di emendamenti. Emenda qua, emendaLa legge della Gelmini. C’è da impazzire a leggerli tutti: ValdiTar, PDccini, GattoPardi… e siamo ancora in attesa di quelli eventualmente di Gelmonti!

Noi intanto ve li pubblichiamo tutti, poi voi vi fate un’idea. Evidentemente la gran parte di questi non saranno accolti, non passeranno. Hanno insomma un valore testimoniale. Magari pre-elettorale… E se vi leggete questi, qualche passata pre-elettorale forse la trovate. Ope-legis please… parliamo di altro. Di cosa? Leggete, leggete…

Non c’è che dire. Comoda la posizione di chi ha sempre detto che questo Disegno di legge è inemendabile. Forse troppo, ma decisamente comoda. Almeno lo stillicidio degli emendamenti ce lo siamo risparmiati (del resto, scusate, avevamo già dato con i precedenti governi…

Leggi il seguito di questo post »


Gli emendamenti del governo?!

15 marzo 2010

meglio, gli emendamenti presentati da Valditara. Che siano quelli del governo? Forse che si, forse che no. Comunque appena giunti, caldi caldi. Neppure abbiamo avuto il tempo di leggerli. E ve li affidiamo. Commenteremo appena c’è tempo e voglia.

Un riassunto giuntoci chissà da dove e a seguire i testi relativi!

Leggi il seguito di questo post »