18 maggio al Politecnico e Universita’ di Torino – Giornata di lotta nelle Università –

 

In occasione della Settimana di Mobilitazione negli Atenei italiani, al Politecnico e Universita’ di Torino studenti, tecnici/amministrativi, precari, ricercatori… saranno protagonisti dello stato di agitazione in data 18 maggio. Ecco i comunicati diffusi in questi giorni.

COSTRUIAMO UN’ALTERNATIVA A…

… i tagli dei finanziamenti della legge 133/2008 e 1/2009

… la riforma della governance in chiave dirigistica ed aziendalistica

… il mancato riconoscimento delle attività di docenza svolte dai ricercaori

… l’eliminazione di un’intera generazione di ricercatori precari

… l’inesistenza di un vero e meritocratico reclutamento

… l’inadeguatezza rispetto allo standard europeo del rapporto tra il numero di docenti e il numero di studenti

… questo e MOLTO ALTRO ANCORA!!

La lotta del personale tecnico ed amministrativo contro il dirigismo e l’aziendalismo striscianti dell’amministrazione del Politecnico si inscrive pienamente nelle iniziative contro il ddl Brunetta, contro i tagli al sistema delle università pubbliche e contro il ddl Gelmini. Con la controriforma Gelmini i privati e i potentati politici locali, in particolare le regioni, potranno designare il 40% o più dei membri dei nuovi consigli di amministrazione, che saranno i veri organi di governo degli atenei. Gli studenti saranno ammessi con un solo rappresentante, ovviamente del tutto ininfluente, e il personale tecnicoamministrativo sarà totalmente estromesso ed anche il personale docente rischierà di essere estromesso dalle scelte principali. Finisce quindi la farsa dell’autonomia e del governo democratico delle università, quando studenti e lavoratori partecipavano a CdA e Senati Accademici. Coi nuovi vincoli di bilancio e con la presenza dei privati negli organi di governo i rettori rinunceranno a parte dei propri poteri subordinandosi al governo, alle regioni, alle principali banche e aziende del territorio.

Al Politecnico di Torino il personale è sottoposto ad una sorta di sperimentazione per verificare fino a che punto può essere spremuto, stressato e sottoposto a inaccettabili pressioni psicologiche allo scopo di incrementare la produttività individuale. L’amministrazione lungi dall’opporsi ai tagli all’FFO e alla conseguente riduzione di personale vorrebbe scaricarne tutto il peso sulle categorie più deboli, studenti, precari, personale tecnico ed amministrativo e ricercatori. La recente firma della dichiarazione congiunta RSU- Rettore- pro Rettore e Presidente del Collegio dei Direttori di Dipartimento, che annulla il provvedimento unilaterale sulle chiusure e rimette in discussione i provvedimenti unilaterali sulla riorganizzazione dell’Ateneo è senza dubbio una vittoria del personale Tecnico ed Amministrativo, ma nulla è conquistato per sempre, diritti e salari devono essere sempre difesi.

Teniamo alto il livello della mobilitazione!

Martedì 18 Maggio

*

ore 11:15Assemblea ricercatori (invitati tutti i docenti), in Sala Consiglio di Facoltà <!–[endif]–><!–[if !ppt]–><!–[endif]–>

ore 12 assemblea personale TA cortile del rettorato- Aggiornamenti sulla trattativa dell’11 maggio ‘10- in pausa mensa;
*

ore 12.30 Assemblea generale/ pranzo bellavita (porta ciò che vorresti mangiare)

Tecnici ed amministrativi, studenti, ricercatori e precari,

partecipiamo uniti alla giornata di lotta contro ddl Gelmini!

Assemblee e occupazione dei rettorati in tutta Italia!

17/ 22 Maggio 2010 Settimana di mobilitazione nazionale- no ddl gelmini

Torino 14 Maggio 2010

RSU Politecnico di Torino

Cari assegnisti, borsisti, co.co.co., contrattisti del Politecnico,

come annunciato la settimana scorsa, con la convocazione dell’Assemblea Generale, dal 17 al 22 maggio (settimana prossima) è stato proclamato lo stato di mobilitazione nazionale indetta da tutte le sigle sindacali vicine al mondo della conoscenza.

Il Coordinamento dei Precari del Politecnico, durante l’Assemblea di lunedì 10 maggio, ha proposto di aderire accanto ai ricercatori alla settimana di mobilitazione; le modalità di partecipazione si sono focalizzate principalmente su un giorno: martedì 18 maggio.

In accordo con le altre categorie (ricercatori, studenti) in questi giorni abbiamo steso il programma della giornata, che vi sottoponiamo:

PROGRAMMA di martedì 18 MAGGIO

ore 11:15
Assemblea ricercatori (invitati tutti i docenti), in Sala Consiglio di Facoltà
<!–[endif]–><!–[if !ppt]–><!–[endif]–>

ore 12 assemblea personale TA cortile del rettorato- Aggiornamenti sulla trattativa dell’11 maggio ‘10- in pausa mensa;
*

ore 12.30 Assemblea generale/ pranzo bellavita (porta ciò che vorresti mangiare)

ore 13:30 <!–[endif]–><!–[if !ppt]–><!–[endif]–>

Occupazione del Rettorato

ore 15:30/17:30 – <!–[endif]–><!–[if !ppt]–><!–[endif]–>

Assemblea di precari e dottorandi in Aula 8D

ore 17.30 – Sorpresa!! Tutti in cortile!
 

L’ Assemblea del pomeriggio (mar. 18 dalle 15.30 alle 17.30) ci consentirà di portare a termine il lavoro iniziato lunedì scorso: finiremo di scrivere il documento che contiene la mozione integrativa che espone la posizione dei precari della ricerca del Politecnico di Torino a sostegno della protesta contro il DDL 1905 (c.d. Gelmini).

Lunedì 17 saranno inviate versioni aggiornate della proposta di mozione e delle slide presentate lo scorso lunedì, a valle degli ultimi emendamenti approvati in commissione cultura al Senato.
Aderite numerosi a tutta la giornata. Questo è il nostro momento di agire per contrastare una riforma iniqua e miope.

Alla mobilitazione aderiscono anche i “Ricercatori contro il DDL Gelmini”<!–[endif]–><!–[if !ppt]–><!–[endif]–>
Coordinamento Precari della Ricerca PoliTO

__________________________________________________________________________________

MOBILITAZIONE CONTRO IL DdL 1905 “Gelmini” sulla riforma dell’Università

 

Tutta l’Università di Torino si mobilita per dire NO:

• a tagli che comprometteranno fortemente il diritto allo studio, la qualità di didattica e ricerca e la sicurezza lavorativa di precari ed esternalizzati;

• all’aumento della contribuzione studentesca per coprire i tagli;

• all’emarginazione della ricerca dalle funzioni fondanti delle Università;

• alla deriva aziendalistica e dirigistica delle Università;

• alla marginalizzazione dei ricercatori attuali;

• alla progressiva estensione della precarizzazione della ricerca e della didattica, attualmente già a livelli drammatici.

Si associano nella protesta studenti, ricercatori, professori, precari della ricerca e della didattica ed il personale tecnico amministrativo, sia interno sia esternalizzato: tutti fortemente preoccupati per il futuro, ritengono che l’Università vada riformata ma non a discapito della sua natura pubblica e del rispetto di chi, da anni, lavora al suo interno, anche con forme contrattuali atipiche e prive di tutele.

Per opporsi a questo disegno di legge i ricercatori hanno annunciato la loro indisponibilità a svolgere attività didattica (non obbligatoria per legge): il prossimo anno accademico è quindi seriamente a rischio.

Invitiamo tutti a supportare la protesta aderendo alla

Settimana di mobilitazione

dal 17 al 22 maggio

con la sospensione di tutte le attività didattiche (lezioni, esami, ricevimenti) e la partecipazione alle assemblee pubbliche

  • Giovedì 13 maggio ore 9,15 in Rettorato: Assemblea del personale tecnico amministrativo indetta dalle rappresentanze sindacali
  • Martedì 18 maggio: Giornata nazionale di mobilitazione con occupazione simbolica del Rettorato. Ritrovo ore 14.00 davanti a Palazzo Nuovo per poi muoversi in corteo fino al Rettorato
  • Mercoledì 19 maggio: Manifestazione nazionale a Roma davanti al Parlamento

Immagini da http://colpo.org/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: