“News from Nowhere”

Cari tutti,

siamo reduci, io ed un altro delegato ricercatore precario, dalla due giorni del congresso regionale FLC Sicilia.

Potrei raccontarvi degli interventi “indecenti”, perché nessuno ha osato contestarli, del dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale e dell’Assessore Regionale all’Istruzione; potrei raccontarvi dei pranzi gattopardeschi e indigeribili, ma essenziali perché è lì che si discute davvero; potrei dirvi dell’assurdità dell’isolamento in cui lavorano le commissioni elettorali e politiche che producono gli esiti del congresso senza “sentire” il dibattito; potrei farvi arrabbiare sul serio con le melasse giovanilistiche (o paternalistiche?) su i giovani e il sindacato.

Ma potrei anche farvi tirare un sospiro di sollievo citando brevemente le conclusioni dei segretari di Flc Nazionale e di CGIL Regionale: il testo del DDL sulla riforma universitaria è inemendabile, il federalismo regionale non faccia da alibi per smantellare l’università e la scuola pubblica, statale.

Ma forse potrei addirittura strapparvi un sorriso descrivendovi gli allegri bagordi notturni e l’anima – e il corpo – gaudente di tanti lavoratori della conoscenza (i dettagli piccanti alla prossima).

O anche potrei solleticare il vostro orgoglio precario annunciandovi che dopo una piccola, ma campale, battaglia il comitato direttivo FLC Sicilia ha il suo rappresentante dei lavoratori, ricercatori e docenti, dell’università e il suo delegato al congresso regionale della Camera del Lavoro. E questo delegato è uno di noi, un ricercatore precario dell’università, eletto “fuori quota” ovvero non perché è giovane, donna o “altro”, ma solo perché è un “lavoratore della didattica e della ricerca universitaria”.

Ci sembra una piccola, straordinaria, vittoria non solo perché è la nostra (e si, così è) ma perché mette in chiaro con la “base” e con il “vertice” del sindacato che:

–          il precariato della ricerca e della didattica universitaria è una questione cruciale nel progetto delle attività sindacali di oggi e di domani;

–          il precariato della ricerca e della didattica universitaria è “altro” da quello del pubblico impiego, ma ugualmente degno di attenzione sindacale, e su queste alterità va costruito il dibattito interno;

–          la rappresentanza sindacale di docenti e ricercatori è, e deve essere, sostenuta in tutti gli organismi sindacali perché i lavoratori dell’università non sono solo i tecnici-amministrativi;

–          il programma di apertura ai giovani e di rinnovamento dei quadri dirigenti vale quando supera, con un balzo di democrazia che nel sindacato è ancora possibile, il limite delle dichiarazioni d’intenti e dei meccanismi delle quote elettorali.

Adesso è tutta in salita, ma il fiato è meno corto.

5 risposte a “News from Nowhere”

  1. Leonida scrive:

    Grandi

    Però se pensate alle quote di iscritti nell’uni e poi le raffrontate alle scelte per i delegati ufficiali mi viene da ridere se non pianger.

    Ho impressione che questo sindacato è organizzato in modo insostenibile e occorre riformarlo…

    • mesto scrive:

      il problema è che la flc deve ancora sedimentarsi come flc, superando la mera sommatoria sindacato scuola e snur. La logica delle “quote” per comparto non funziona se si vuole essere altro…

  2. nidil scrive:

    Mercoledì, 10 Marzo, 2010
    È stata emanata ieri dall’Inps la circolare n. 36 sulle modalità di presentazione della domanda per l’una tantum in favore dei collaboratori a progetto.

    La modifica introdotta dalla Legge Finanziaria (legge n. 191 del 23 dicembre 2009) ha previsto che per gli anni 2010 e 2011 è riconosciuto, solo per i collaboratori a progetto, nei casi di fine lavoro un contributo una tantum pari al 30% percepito l’anno precedente e comunque non superiore a 4.000 euro.

    L’indennità verrà erogata solo a particolari condizioni

    http://www.nidil.cgil.it/bacheca/ultime-notizie/una-tantum-copro-emanata-circolare-inps

  3. antonio scrive:

    il precariato della ricerca e della didattica universitaria è una questione cruciale nel progetto delle attività sindacali di oggi e di domani;

    Bene!! Perche’ fino a ieri non lo era….

  4. valebioch scrive:

    Bene!!! è una vittoria per tutti…. anche là dove debba ancora svolgersi il congresso regionale di categoria.🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: